Circolo svizzero di Trieste

Il Circolo svizzero di Trieste fu fondato nel 1920. Probabilmente, per i radicali cambiamenti politico-istituzionali verificatisi alla fine della prima guerra mondiale con il passaggio della città giuliana dall’Impero austro-ungarico al Regno d'Italia, gli svizzeri, già riuniti nella Società elvetica di beneficenza, avvertirono il bisogno di una maggiore unità.
Personaggio di spicco tra i fondatori fu il grigionese Piero Berta che ricoprì per lunghi anni la carica di presidente.
Per i suoi meriti in seno alla Comunità svizzera, gli venne inoltre conferita la qualifica di socio onorario.
Come tutti i circoli svizzeri in Italia, quello di Trieste è un'istituzione apolitica e aconfessionale, nata su iniziativa della comunità svizzera locale.
È interessante ricordare che nella prima metà del XX secolo l’organizzazione delle Comunità svizzere in Italia si arricchì di un'altra importante istituzione: il Collegamento di tutti i Circoli svizzeri d’Italia.
Il Collegamento raduna tutti i Circoli svizzeri in Italia (una trentina) in un congresso annuale, dove vengono discussi temi di attualità e d'interesse generale.
L’attuale presidente è Irene Beutler-Fauguel, subentrata a Robert Engeler nel 2009. Per i rapporti con Berna, il Collegamento si avvale di un Comitato di sei membri.
A differenza di tutte le altre comunità svizzere all’estero, quella italiana ha la fortuna di poter contare su un proprio giornale, la Gazzetta svizzera, che esce mensilmente, Fondata nel 1968 da Emilio Steffen, la Gazzetta è nata e si regge grazie al lavoro di pochi volontari. Oltre al citato fondatore, ricordiamo innanzitutto l'avv. Ugo Guidi di Milano, che dal 1969 cura la rubrica legale, e Robert Engeler, anch'egli di Milano, che dal 1993 cura la rubrica sull’assicurazione sociale (AVS). Entrambi hanno di recente ricevuto un importante riconoscimento per il prezioso lavoro onorifico svolto a beneficio di tutti gli svizzeri in Italia. Ugo Guidi è stato nominato, con solenne cerimonia a Lucerna, Svizzero all'estero dell'anno 2010 e Robert Engeler è stato eletto Presidente onorario del Collegamento e della Gazzetta svizzera. Ricordiamo inoltre Ignazio Bonoli, economista e giornalista, da molti anni eccellente e infaticabile redattore della Gazzetta svizzera.
A partire dal secondo conflitto mondiale si è purtroppo registrato un ulteriore assottigliamento della colonia svizzera di Trieste. Resta sempre la fondata speranza che, in un'Europa più liberale e allargata, Trieste, finestra sui Balcani e il Medio Oriente, possa nuovamente risorgere a maggiore importanza internazionale. C'é da augurarsi che in quest'evoluzione la colonia svizzera possa annoverare giovani leve per un futuro degno del suo glorioso passato.
Attualmente le famiglie iscritte al Circolo sono una cinquantina per un totale di circa cento persone, fra cittadini svizzeri e simpatizzanti.

Presidenti del Circolo svizzero di Trieste (con riserva di esattezza):

Piero Balthasar Berta1920 – 1936
Ludovico Gschvvend1936 – 1952
Giorgio Zumthor1953 – 1983
Bruno Camponovo1983 – 1984
Federico Napp1984 – 1991
Margrit Ramseyer Cocco1991 – 2002
Monique Frei Braulin2002 – 2004
Margrit Ramseyer Cocco2005 – 2008
Giuseppe Reina2008 - in carica

Fonte: “La Comunità svizzera a Trieste dal ‘700 al ‘900”